In Italia, si sa, lo sport nazionale è il calcio ma potremmo dire che il secondo sport nazionale è il fantacalcio?
Dicendo che sia una passione diffusa non facciamo sicuramente nessuno scoop ma la novità è che d’ora in poi il calcio, il fantacalcio e l’investimento potrebbero andare sempre più spesso a braccetto.

I trader del futuro potrebbero essere i fantallenatori di oggi. Coloro che analizzano gli andamenti delle squadre e le prestazioni dei singoli calciatori.


Come si possono mettere insieme investimenti e calcio?


Arriva in Italia la prima piattaforma di trading in Europa che consente di investire nella propria passione: il calcio.
KickOffers  permette a tifosi, appassionati di calcio e trader, di investire acquistando e vendendo “Kick-Bond”
, ossia obbligazioni con un tasso di interesse variabile, determinato dal rendimento della squadra e dalle performance del suo calciatore simbolo detto anche calciatore di riferimento.
È un nuovo strumento finanziario che consente di guadagnare dai successi delle squadre, dalle performance dei giocatori e dalla loro possibile vendita. Inoltre, acquistando un Kick-Bond, si supporteranno gli obiettivi della squadra.

Come funziona?

I Kick-Bond possono essere acquistati e venduti direttamente attraverso www.kickoffers.comche sarà inoltre una fonte costante di informazioni sul rendimento delle squadre e una guida per seguire senza smarrimenti l’intero procedimento, in modo tale da permettere di acquistare le obbligazioni anche a chi è meno esperto di prodotti finanziari. L’acquisto minimo sarà di 100 euro, l’acquisto massimo di 5.000, e la durata massima sarà di 5 anni, a scadenza dei quali sarà rimborsato il valore delle obbligazioni.

Oltre all’aspetto della variabilità dell’interesse, i kick-bond saranno quotati alla borsa di Malta (che è dedicata alle PMI), quindi l’investitore non sarà vincolato fino alla scadenza ma avrà la possibilità di vendere e comprare le obbligazioni in qualsiasi momento.

ChievoVerona pioniere in Italia

Valter Birsa, calciatore del ChievoVerona

IL ChievoVerona sarà la prima squadra partner del progetto a effettuare un’emissione obbligazionaria. Il prodotto sarà quotato sulla piazza finanziaria maltese e avrà una durata di 3 anni. Il Chievo punta a raccogliere 3 milioni di euro. In base alle proiezioni, il kick-bond del Chievo, che sarà emesso alla pari (vuol dire che  il prezzo di emissione è uguale al valore nominale del titolo stesso ossia del valore che verrà restituito alla scadenza), «dovrebbe offrire un rendimento medio (non garantito, ndr) tra il 7 e l’8%» spiega Filippo Sciorilli Borrelli, fondatore CEO di Kickoffers.

Nel caso del Chievo il calciatore di riferimento per calcolare la variabilità del rendimento dovrebbe essere Valter Birsa.

I proventi dell’emissione del Chievo, si legge nel comunicato stampa, saranno destinati allo sviluppo del vivaio e al lancio di iniziative di fidelizzazione dei tifosi.

Un esempio del rendimento possibile

Esempio di rendita generata dal Kick-Bond

Come dicevamo l’accesso a questo strumento sarà possibile anche per gli amanti del calcio che non sono troppo esperti di finanza.
Per renderlo possibile KickOffers ha inserito delle simulazioni all’interno del sito.

Esempio di rendita generata dal Kick-Bond

In particolare, i rendimenti dipenderanno dalla performance della squadra in Campionato, dai suoi risultati in Coppa Italia, dai goal, dagli assist e dai cartellini dati al giocatore e dalla sua eventuale cessione (la cessione ad un valore maggiore rispetto a quello dato inizialmente, in base ad un algoritmo sviluppato con Deloitte, porterà ad un bonus per chi investirà).

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO